lunedì 20 marzo 2017

I viaggi di MammaStranger: "St. Moritz Top of the world"

"St. Moritz Top of the world".

Recita così lo slogan pubblicitario che sovrasta sopra ogni copertina che si rispetti, di ogni possibile rivista, quella che nel 2017 è stata la "capitale" dei mondiali di coppa del mondo di sci.

St Moritz: posta a 1822 msm, è stata la meta del mio week end e come non scrivere un post per parlare di uno dei luoghi più richiesti e attraenti delle vacanze invernali ( ma anche estive) della Svizzera?

Tadaaaaa, certo che si. 
Pronta per il nuovo "MammaStranger-viaggio" da urlo!!!



St Moritz, che si trova in alta Engadina, nel canton Grigioni ( con lingua ufficiale tedesco e Romancio), vanta il suo rinomato splendore, sin dal 1864, quando un uomo chiamato Johannes Badrutt, decise che era giunto il momento di far risplendere questa meravigliosa località. Così riuscì nell'intento di renderla il luogo ideale, dove le famiglie benestanti di una volta, amavano trascorrere le loro vacanze invernali e praticare i moltissimi sport che la meta turistica offriva loro.

Arrivando da Locarno, abbiamo impiegato circa due ore e mezza, attraversando vari passi, tra cui, il Passo del San Bernardino ( che non è tra i miei favoriti, viste le curve che non finiscono mai)!!!

Giunti a ridosso dell'ora di cena, era davvero difficile poter scorgere le montagne, fatta eccezione per la Corvatsch Snow Night. 
Come per incanto, in lontananza, una pista completamente illuminata, si è parata dinnanzi ai nostri occhi. La mia amica, che ha vissuto diversi anni qui, mi ha spiegato che si trattava della pista illuminata in notturna e che ogni venerdì notte è percorribile con gli sci. 

Il mio primo super Wowwww si è levato!!!

Per la nostra prima cena abbiamo scelto un ristorante Thai che si trovava a St. Moritz Bad ( la parte bassa di St. Moritz), posto all'Interno dell'albergo Laudinella.

Ottima scelta in quanto, pur non essendo un amante sfrenata della cucina asiatica, si è rivelato davvero  al top!!!


Per La nostra seconda giornata da trascorrere qui a St. Moritz, ci siamo lasciate piacevolmente sorprendere da una lezione di Sci di fondo, splendidamente organizzata dalla nostra amica, in collaborazione con il CRESTA PALACE HOTEL.
E' infatti dal 2016, che questo splendido Hotel quattro stelle, ha deciso di inaugurare con la "Staziun da Basa" una nuova service-facility, che consente a tutti gli ospiti dell'Hotel, ma anche agli esterni, di poter accedere a qualsiasi tipo di sport invernale presente nelle località circostanti, con la piena assistenza, sia organizzativa che pratica; dall'attività sportiva all'equipaggiamento, sino al maestro che verrà a prendere in loco i clienti che lo richiederanno.

La nostra ora di Sci di fondo, pertanto ha preso il via e noi ce la siam goduta tutta!!!
www.crestapalace.ch




Il nostro pranzo è stato consumato all'interno dell' Hotel Cresta Palace.
Ottima cucina tipica, in un contesto assolutamente splendido.
La mia scelta è ricaduta sulla Zuppa d'orzo alla grigionese e Formaggio di capra fritto in mantello di mandorle all'aglio. Super squisito e complimenti allo Chef!!!



 Il pomeriggio ci siamo concesse  una sana dormita ristoratrice, visto che la prima notte non avevo riposato a dovere, a causa forse dell'aria di montagna e dell'altitudine.

Per la serata, la nostra scelta è ricaduta su uno dei locali considerati di maggior tendenza del momento, ovvero "La Baracca";-)

Capisco che dal nome, vi starete chiedendo se io non abbia brindato un po' troppo, ma vi assicuro che non si tratta di uno scherzo.

Ci son voluti un paio di giorni di trattative con il proprietario, un tale Max, che dall'alto della sua età e con una capigliatura da fare invidia ad Einstein, è riuscito a fatica, ad offrirci quattro posti, a "mò di sardina", all'interno della "Baracca" in questione!!

Trattasi di ristorante con musica (alta) annessa e dopo cena, si BALLA!!!
Divertimento assicurato e molte molte risate per noi:)

E come si dice, Dulcis in fundo, l'ultima giornata è stata dedicata a visitare St. Moritz Dorf ( la parte alta) e le montagne circostanti.

St. Moritz, non ha un vero e proprio centro storico, in quanto è caratterizzata da una via principale, Via Serlas, da dove si dipanano molte altre viuzze, all'interno delle quali, si alternano vecchi palazzi dall'architettura tipica della zona, a palazzi moderni, che nulla hanno a che fare con lo stile dei precedenti.  






La Via Serlas è una strada ampia, costellata da Boutique di lusso a da altrettanti alberghi tra cui il rinomato  Badrutt's Palace Hotel.

www.badruttspalace.com

Poco più sù, dopo aver passato la famosa pasticceria HANSELMANN'S, che sorge nel pian terreno del più antico palazzo di St. Moritz e all'interno della quale ho avuto piacere di acquistare la tradizionale NUSSTORTE, mi sono piacevolmente imbattuta nel KULM HOTEL.
Sembra che la rinomata tradizione degli Sport Invernali, in Svizzera, sia nata proprio da questo Hotel, nella seconda metà del 1800.







In cima alla via principale, non era possibile non notare la statua in legno, dalle dimensioni mastodontiche, costruita quest'anno, in occasione dei mondiali di sci.
Sembra che in occasione dell'inaugurazione dei mondiali, un Deejay, chiamato ad animare la serata, abbia svolto il suo lavoro all'interno della testa della statua!!!



A questo punto, visto che il tempo si è rivelato migliore di quanto predetto dalle previsioni meteo, abbiamo deciso di prendere la funicolare che da St. Moritz, ci ha condotto ad "appena" 2486 m, sulla montagna chiamata Corviglia, da dove si godeva di una vista fenomenale sulle Alpi Svizzere.

Pranzo all'Alpina Hütte a base di Rösti e salmone selvatico scozzese. Gnamm!!!










Il mio fantastico week end in giro per la Svizzera è giunto a conclusione e, come sempre, non finisco mai di compiacermi e di emozionarmi per le bellezze, soprattutto naturali, che la Svizzera riesce ad offrire.

Mi auguro che il mio racconto possa avervi passato un pizzico del mio inesauribile entusiasmo.

A presto

MammaStranger (Valentina)

www.engadin.stmoritz.ch

www.stmoritz.ch




martedì 7 febbraio 2017

Le ricette di Mammastranger: Crema al Limone

Bentornati nel mio Blog,

oggi ho dedicato la mia giornata a quello che più amo, dopo la mia famiglia: Cucinare e Scrivere!!!

Pertanto, siccome il connubio funge alla perfezione, ho pensato di postare per voi questa splendida ricettina, or ora preparata, sempre con il mio strepitoso Robot, per la merenda dei miei bambini:

Crema al limone per voi;-)



Ingredienti:

250 gr di zucchero;
Scorza di 2 limoni biologici;
125 gr di burro a pezzi;
3 uova (da 60 gr);
150 gr di succo di limone , spremuto fresco (dai limoni biologici);


Preparazione:

Inserire lo zucchero nel boccale e polverizzare: 15 sec, Vel 10;

Unire la scorza dei limoni, polverizzare: 20 sec, vel 10;



Aggiungere il burro, le uova, il succo dei limoni, cuocere senza misurino: 20 min, 90°,vel 2;


Inserire il misurino e frullare: 25 sec, vel 6.

Versare in due vasetti sterili con tappo a vite e chiudere subito;


Lasciare raffreddare completamente prima di riporre in frigorifero.


Fine:-)

Mammastranger (Valentina)

Ps: Io l'ho trovata divina..., non so voi!!!